Nightwalks with Teenagers l’11 e 12 giugno a Bologna

Sabato 11 e domenica 12 giugno alle ore 20.30 nei quartieri della Pescarola e Navile di Bologna, la compagnia canadese Mammalian Diving Reflex presenta Nightwalks with Teenagers, una performance in forma di camminata pensata e condotta da un gruppo di ragazze e ragazzi, invitati a riappropriarsi della città e della notte. Le due serate danno avvio a FUORI!, un percorso di creazione partecipata dedicato ai giovani e alla cittadinanza, realizzato da ERT / Teatro Nazionale e ideato dalla curatrice e ricercatrice indipendente Silvia Bottiroli nell’ambito del progetto PON Teatri del Comune di Bologna e Città Metropolitana. Le attività si snodano lungo un intero anno (giugno 2022giugno 2023) e sono rivolte a una delle fasce d’età più colpite dalle conseguenze della pandemia, quella tra i 14 e i 19 anniFUORI! è anche il gesto di un Teatro Nazionale che esce dai suoi stessi confini istituzionali, portandosi in altri territori e quartieri con pratiche artistiche e finalizzate all’incrocio tra performatività, educazione e sociologia.

Il programma di FUORI! si articola in sette linee progettuali, declinate su differenti temi e affidato a un artista internazionale, chiamato a pensare a iniziative per la Città metropolitana di Bologna, in stretto dialogo con le personalità culturali del territorio. I gruppi stranieri avranno a disposizione periodi di residenza per conoscere meglio la realtà cittadina e saranno affiancati da realtà locali, che coinvolgeranno gli adolescenti attraverso laboratori condotti dentro e fuori le scuole. Ad affiancare il gruppo di lavoro nell’osservazione e nella conduzione degli aspetti sociali ed educativi è il sociologo Stefano Laffi. L’obiettivo principale di FUORI! è restituire ai più giovani uno     spazio di azione concreto, dopo due anni di restrizioni e distanziamento che hanno impedito loro di affacciarsi alla sfera pubblica e di viverla.

In questa prospettiva Nightwalks with Teenagers assume una valenza simbolica: una riappropriazione della città e della notte, due terreni fondamentali dell’adolescenza e due contesti che la pandemia ha reso inaccessibili. L’intento è di far incontrare i ragazzi/e con gli adulti attraverso la condivisione di uno spazio-tempo diverso  da quello della routine quotidiana. La pratica del camminare dei Mammalian è messa in relazione alla nozione situazionista di “deriva” e alle pratiche di psicogeografia, mentre la composizione dei due gruppi coinvolti – i ragazzi che conducono la camminata e il pubblico adulto che vi partecipa – creano un efficace ribaltamento di relazioni di potere, dando non solo voce, ma letteralmente potere, ai giovani sugli adulti. La cessione concreta di spazi di potere è infatti centrale nella pratica della compagnia, che ne ha fatto un manifesto di intenti e una rigorosa metodologia creativa.

La compagnia Mammalian Diving Reflex, che per l’intera durata del progetto realizzerà quattro differenti Nightwalks in altrettanti quartieri della città, in questa occasione collabora con l’artista visiva e performer Eva Geatti, che ha appena iniziato a lavorare con alcuni studenti e studentesse dell’Istituto Tecnico Commerciale “Rosa Luxemburg”, a partire dal testo Camminare di Henry David Thoreau. Il laboratorio, che terminerà il 27 maggio, darà poi vita, nelle due giornate dell’11 e 12 giugno, alla prima camminata che attraverserà il quartiere Navile a partire dalla Pescarola. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui