L’ultimo fine settimana di Ravenna Nightmare film fest si apre alle 16 con “Driving animals” di Florian Bardet, in concorso fra i lungometraggi. Il regista francese, nella presentazione del film, afferma che, per esso, «la miglior definizione è “cauchemar”, incubo». Un incubo che è legato ad una situazione inevitabile e irrisolvibile, che accomuna tutti: la mortalità. «Questa potrebbe essere la chiave del film – continua Bardet – l’incubo è che l’uomo, come tutti gli animali, è destinato a morire, inevitabilmente».

Il film è preceduto da un’introduzione di Silvia Moras e dal saluto del regista.

Alle 18.30, per “Contemporanea”, il documentario di Andrej A. Tarkovskij “Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera”, un viaggio nel cinema del padre, grande regista russo, e nella sua visione dell’arte cinematografica: dall’archivio Tarkovskij di Firenze, registrazioni, interviste e video inediti. «Sono stati molti e originali i tentativi di spiegare il fenomeno Tarkovskij nell’arte contemporanea – ha dichiarato il regista –. Ma cosa ne pensava Tarkovskij stesso? Da dove veniva la sua ispirazione? Cosa voleva comunicare alle persone che vedevano i suoi film? Questi sono stati gli obiettivi che mi sono posto realizzando il film, per portare gli spettatori alle origini del suo pensiero e per condividere l’emozione di incontrare di nuovo il grande artista, uomo e mentore che è stato mio padre».

Il film è preceduto da un’intervista di Mariangela Sansone al regista.

Alle 21, infine, per il Concorso internazionale lungometraggi, l’argentino “La sabiduria” di Eduardo Pinto: tre ragazze raggiungono una villa in campagna per trascorrere un tranquillo fine settimana, ma si troveranno coinvolte in un antico rituale che le farà viaggiare nel tempo. «È una riflessione sul machismo e sul razzismo che governano il mondo – spiega Pinto – raccontata attraverso una storia di terrore psicologico».

Prima del film, l’introduzione di Silvia Moras e un saluto del regista.

Tutti i film sono trasmessi su Mymovies e restano disponibili 48 ore dopo l’orario di programmazione.

www.ravennanightmare.it

Argomenti:

cinema

nightmare

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *