Niente finanziamento da Roma per il parco archeologico del Rubicone

Consiglio comunale durato oltre la mezzanotte e dopo il voto unanime sulla “Mozione per promuovere azioni di prevenzione, vigilanza e sostegno a seguito dei troppo casi di violenza contro le donne” presentata dalla consigliera di maggioranza Roberta Armuzzi, il dibattito s’è fatto vivace.

L’accordo di programma sul parco archeologico del Rubicone, ha visto Mauro Frisoni (M5s) ripercorrere le vicende per la sua costituzione: gli ha risposto il sindaco, ripercorrendo passaggi e date: «Il parco archeologico del Rubicone deve partire in simultanea con la bretella – ha detto Filippo Giovannini – altrimenti perderemmo il contributo milionario per la bretella. La progettazione esecutiva sarà pronta entro il 31 dicembre 2022. Ora si tratta di capire come muoverci. Ma già dall’inizio avevamo previsto un piano B qualora il parco non fosse stato finanziato. Il governo ha deciso di finanziare un progetto archeologico per regione e quest’anno non ci siamo caduti dentro. Ora i 9 Comuni dell’Unione dovranno decidere se finanziare pro quota o procedere per stralci, onde non perdere il contributo per la bretella». Poi si è aperto il dibattito e sono arrivate critiche.

Alla fine tutti i consiglieri hanno comunque votato a favore per proseguire con il piano B. Divisione netta invece sui punti all’ordine del giorno su Dup e variazioni al bilancio di previsione: tutte le minoranza contro e maggioranza compatta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui