Bergamini promuove a pieni voti la Naturelle Imola

IMOLA. Sabato 27 ottobre la Naturelle inaugurava a Mantova una serie di cinque partite già molto importanti per dare un indirizzo al proprio campionato. Un mese esatto dopo i biancorossi si possono godere il bilancio pregevolissimo di quattro vittorie e una sconfitta, che l’hanno proiettata in una zona apparentemente tranquilla di classifica. Roba da affrontare gli otto giorni che ancora separano Imola dalla sfida esterna di Treviso con il sorriso sulle labbra.

«Il bilancio di queste prime nove giornate è molto positivo – esordisce il diesse Tommaso Bergamini – e i risultati parlano chiaro. Abbiamo qualche piccolo rimpianto legato all’infortunio di Prato e due partite perse all’ultimo secondo in casa, roba che se rovesciata avrebbe reso il nostro cammino perfetto, ma non possiamo certo lamentarci. Le cose stanno andando bene».

Cuore e carattere

La vittoria su Roseto al termine di una vera battaglia ha dimostrato come la forza di questa Naturelle, al di là delle indiscutibili qualità di alcuni singoli, risieda nel gruppo e nel suo carattere. «In estate, quando abbiamo costruito il roster, sapevamo di aver preso degli uomini e dei professionisti responsabili. Gente che ci tiene a fare bene. E ne abbiamo avuto la conferma».

Le ultime sei partite del girone di andata presentano un coefficiente di difficoltà decisamente alto per la Naturelle. «Non credo abbia senso mettere un’asticella di punti da raccogliere e poi ogni match va affrontato al massimo. Diciamo che le trasferte di Treviso e Montegranaro si presentano sulla carta molto dure, come quella di Jesi, il derby con Forlì è una sfida particolare e la massima attenzione dovremo metterla sugli scontri casalinghi con Bakery Piacenza e Cento».

Proprio la partita con la De’ Longhi, spostata al 5 dicembre per la convocazione in nazionale di Tessitori, mette Imola nella posizione scomoda di giocare contro la Bakery ad appena quattro giorni di distanza: «Diciamo che siamo stati sfortunati. Dovremo andare a Treviso per disputare la migliore gara possibile, ricaricare subito le pile e poi preparare in poco tempo una sfida senza dubbio molto importante, per noi, contro la Piacentina. Loro avranno una settimana intera di lavoro a disposizione? Vero, ma non possiamo farci nulla e piangersi addosso è davvero l’ultimo delle cose utili».

Sul fronte mercato Bergamini conferma la linea societaria. «Non è cambiato nulla rispetto a qualche settimana fa. Sappiamo che a questo gruppo manca un po’ d’atletismo, ma chi gioca ha mostrato di avere grandi qualità. Poi gli occhi li terremo aperti».

Multa rosetana

Imola tornerà ad allenarsi oggi in vista del match del PalaVerde di mercoledì 5 dicembre (ore 20, arbitri Gagliardi, Chersicla e Almerigogna) e intanto deve incassare la seconda multa stagionale dal giudice sportivo, 500 euro “per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri” riferiti naturalmente al match con Roseto di domenica scorsa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui