RAVENNA. Obiettivo riscatto per la Conad, che per non perdere il treno poule promozione oggi al PalaCosta è chiamata a conquistare più punti possibili contro il Marsala (inizio ore 17, arbitri Santoro di Varese e Scotti di Cremona). Tra turno di riposo e sconfitte, le ravennati sono infatti ferme a quota 8 da tre giornate, mentre le rivali dirette hanno continuato a marciare, con la quinta posizione lontana ben 4 lunghezze.

Il match con le siciliane avrà anche un significativo preambolo, in quanto alle 16.40 si terrà una cerimonia per celebrare la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: presenti, oltre ai dirigenti dell’Olimpia Teodora, le istituzioni cittadine, il sostituto procuratore della Repubblica Cristina D’Aniello e la presidentessa di Linea Rosa, Alessandra Bagnara. Per l’occasione, inoltre, tutte le donne potranno assistere gratuitamente alla partita.

Tornando al campo di gioco la Conad può contare su tutte le giocatrici a disposizione (Mendaro non è però ancora al meglio) e dovrebbe presentarsi con il solito sestetto formato da Agrifoglio in regia, Zamora opposto, Bacchi e Aluigi a posto 4, Gioli e Torcolacci al centro e Rocchi libero. «C’è tanta voglia di riscatto nel gruppo – dichiara il tecnico Nello Caliendo – e mi aspetto che le ragazze mettano in mostra le loro qualità. Se riusciremo a sfruttare il nostro potenziale, unendolo a una maggiore determinazione e lucidità nei momenti iniziali e finali dei set, penso che avremo buone possibilità di aggiudicarci la sfida».

Di fronte a loro le biancorosse si trovano un Marsala “gasato” per il successo sul San Giovanni in Marignano e quindi in grande crescita. Allenata da Barbieri, la Sigel ha una formazione ormai collaudata che prevede Avenia al palleggio con in diagonale Taraborrelli, le schiacciatrici Angeloni e Brzezinska e le centrali Gabrieli e Cosi (libero Ameri): «Si tratta di un avversario ben attrezzato, che può contare su un’attaccante di esperienza e di valore come Angeloni (ex Forlì, giocatrice che tra l’altro ha partecipato anche al Grande Fratello Vip 2, ndr). Anche se penultima, è una squadra da prendere con le molle – termina Caliendo – a dimostrazione di quanto equilibrato sia il nostro girone».

Argomenti:

cerimonia

CONAD

contro

donne

ravenna

sfida

violenza

volley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *