Ravenna e Rimini chiedono al derby di essere un trampolino di lancio

RAVENNA. Un derby per decollare in modo importante verso i quartieri alti della classifica, che pur non essendo nei programmi giallorossi ad inizio stagione sarebbero a portata di mano in caso di successo oggi al Benelli contro il Rimini. Ma le insidie sono dietro l’angolo, per il Ravenna, visto che oltre a quelle classiche che un derby nasconde sempre bisognerà fare i conti con la rinnovata verve portata in dote da Acori ma anche con infortuni e squalifiche: Jidayi e Maleh, ad esempio, non saranno facili da sostituire. L’aria del derby, comunque, potrebbe motivare ulteriormente qualche tipo da battaglia, primo fra tutti il bomber Nocciolini, atteso al ritorno tra i marcatori.

Un dubbio per Foschi

Nella conferenza stampa di ieri mattina, Luciano Foschi ha voluto tenere per sé fino alla fine qualche dubbio di formazione: «Tutti i giocatori sono convocati – ha detto il tecnico laziale – un paio di loro verranno valutati domani (oggi, ndr) per verificare le loro condizioni nell’imminenza del match. Unico assente certo è Maleh, per sostituirlo ci sono tante alternative perché ci sono tre o quattro giocatori che in settimana si sono molto impegnati per ottenere una maglia da titolare mettendomi in difficoltà. Una difficoltà della quale sono felice, perché questo è lo spirito giusto. Mi aspetto un Rimini forte, del resto ci aveva messo in difficoltà già in Coppa. Ha cambiato allenatore e modulo ma quello che conta sono lo spirito e l’atteggiamento, in questo senso non ho dubbi che il Rimini sarà quello giusto. Troveremo una squadra agguerrita e determinata e noi dovremo fare lo stesso. Il Rimini ha anche tanti singoli in grado di far male come Candido e Volpe davanti, ma al di là di essere organizzati, per contrastarli dovremo gestire la gara come solitamente facciamo. Poi c’è la cornice del derby con la grande attesa di tutti i tifosi, che tengono particolarmente a questa gara anche se vale 3 punti come le altre. Spero che verranno in tanti a sostenerci, questo gruppo lo merita. L’augurio è che si tratti di uno spettacolo in campo e fuori».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui