Santarcangelo, un punto dopo aver dominato, subìto e alla fine rischiato

SANTARCANGELO. Un punto per uno che non serve a nessuno (1-1). Al Santarcangelo di Galloppa, che non riesce a uscire dal momento di grande difficoltà fatto di tre pareggi e due sconfitte nelle ultime cinque partite, all’Avezzano che rimane la Cenerentola del girone. Unica consolazione, il pareggio non è stato di quelli da sbadigli e lupini, ma è stato molto divertente e soprattutto giocato bene da tutte e due le squadre. Una partita sbloccata su rigore da Cinque e che il Santarcangelo fino al 67’ sembra avere in pugno, poi il doppio cambio Falomi-Merlonghi per Guidi-Cinque ha spostato gli equilibri anche perché pochi minuti prima era entrato Bernardi, un altro attaccante. Da quel momento l’Avezzano ha trovato più varchi e non solo ha pareggiato la partita, ma ha anche rischiato di vincerla trovando un Battistini in formato muro di gomma, anche se l’ultima occasione l’ha avuta sui piedi Merlonghi che ha esaltato Sinato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui