CESENATICO Davide Ballerini, canturino dell’Androni Sidermec che nel 2019 vestirà la maglia dell’Astana, ha vinto il Memorial Marco Pantani. Una corsa, partita da Castrocaro Terme, bellissima, nella quale grande protagonisti sono stati gli uomini dell’Androni (che in pratica giocavano in casa visto che uno dei massimi sponsor del Memorial Pantani è Pino Buda, patron di Sidermec) e quelli della Bahrain Merida. Con Vincenzo Nibali in testa: prima lo Squalo ha fatto la selezione in salita sul terzo passaggio al Montevecchio, quindi, a 2 chilometri dall’arrivo, ha tentato il colpo di mano per cercare di precedere i 17 compagni di fuga. Ma il suo scatto straordinario è stato rintuzzato dall’Androni Sidermec di Gianni Savio, con Cattaneo bravissimo a chiudere il buco. Poi la volata, con Masnada a lanciare sia Ballerini e Gavazzi, che si sono classificati primo e terzo, con il francese David Gaudu al secondo posto.

Decisivo per fare la selezione è stato il terzo passaggio sul Gpm di Montevecchio, quando in 18 hanno preso il largo. A fare il passo in salita la Bahrain Merida, con Pellizotti e Pozzovivo a sostenere Nibali. Insieme a loro il colombiano Nairo Quintana (Movistar), i quattro della Sidermec Androni, Ballerini, Cattaneo, Gavazzi, Masnada, e poi Gaudu (Groupama Fdj),  Brambilla (Nazionale Italia), Hermans (Israel Cycling Academy), Dunbar (Team Sky), Pauwels (Team Dimension Data), Barguil (Team Fortuneo Samsic), Santaromita, Tizza (Nippo Vini Fantini), G. Martin, Meurisse (Wanty Groupe Gobert). I 18 hanno scollinato con 3 minuti sul gruppo e si sono buttati in picchiata verso Cesenatico, la città che fu di Marco Pantani. Dove Nibali ha tentato l’assolo, ma è stato stoppato in extremis dai quattro portacolori dell’Androni Sidermec, splendidi prima a chiudere il buco e poi a lanciare Ballerini verso la vittoria.

Argomenti:

Castrocaro

cesenatico

ciclismo

marco pantani

memorial pantani

Nibali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *