Il Cesena ha deciso da chi vuole ripartire: a breve un primo incontro

CESENA. La tavola è stata apparecchiata martedì sera, nel corso del primo consiglio andato in scena negli uffici di corso Sozzi dopo il raggiungimento della salvezza. Il presidente Giorgio Lugaresi e i soci hanno confermato (anche pubblicamente) la volontà, in vista della prossima stagione, di ricominciare dagli stessi protagonisti, cioè con Rino Foschi dietro alla scrivania e Fabrizio Castori in panchina. Ora la palla passa ai diretti interessati, che attendono il primo confronto in programma entro il week-end.

Soddisfazione

Di buonissimo umore, Rino Foschi si è preso qualche giorno per riordinare le idee e questa sera porterà a cena tutta la squadra e lo staff tecnico: «Ma non parleremo del futuro – ha chiarito – faremo solo tanta baldoria e tanti brindisi assieme a questo splendido gruppo».

Gli attestati di stima ricevuti sono stati molto graditi da Foschi, che preferisce non sbilanciarsi ancora: «Sono grato al presidente e ai consiglieri, la loro stima fa sempre molto piacere. Forse mi sopravvalutano, però allo stesso tempo mi caricano molto e ne sono orgoglioso. Ho ancora un mese di contratto e deciderò più avanti: devo capire come starò soprattutto mentalmente, però non voglio creare nessun caso e fino al 30 giugno lavorerò per il Cesena. Sul tavolo non ci sono alternative, né proposte: o continuo qua, o faccio il nonno. Castori? Lo vedo talmente carico che credo sia superfluo aggiungere altro. Per me è confermatissimo per quello che ha fatto, poi tocca a lui decidere».

Attesa

Il tecnico di Tolentino, tormentato da un ginocchio sinistro dolorante, attende di sedersi per la prima volta al tavolo con Lugaresi e Foschi. La società è già stata chiara: non vorrebbe disperdere l’eccellente lavoro svolto negli ultimi due mesi da Castori, magari provando a ripartire da una buona base di giocatori, in controtendenza con le rivoluzioni dell’ultimo biennio. «Per prima cosa voglio parlare con il presidente e con Rino – ha dichiarato ieri Castori – poi trarremo le nostre conclusioni. Ma non fatemi aggiungere altro, oggi non sarebbe corretto». Non resta che attendere qualche giorno: l’amore del tecnico per ambiente, società e squadra non si discute, ma Castori sceglierà innanzitutto con la testa, anche in base alle strategie che il Cesena proporrà.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui