Recine: «La Bunge non mi sorprende. Ha un sestetto di ottima qualità»

RAVENNA. Poche volte, quest’anno, la Sir Safety è stata in difficoltà come sabato scorso in garauno dei play-off contro Ravenna e il primo a riconoscerlo e ad essere preoccupato in prospettiva Garadue di domani al PalaDeAndrè è proprio un ravennate doc, Stefano Recine, diesse degli umbri che vorrebbe chiudere la pratica in due partite per concentrarsi sul ritorno di coppa contro l’Halkbank Ankara, già battuta 3-0 a domicilio all’andata.

«Ravenna ha avuto una grande possibilità sabato scorso – afferma Recine – noi abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna nel finale del secondo set perché andare sotto 0-2 per noi sarebbe stato terribile contro una squadra che stava giocando molto bene come la Bunge. Alla lunga è venuta fuori la nostra cifra tecnica ma io considero dall’inizio della stagione Ravenna e ci sono le prove su alcuni giornali, una delle outsider più forti di questo campionato, perché ha un sestetto di altissima qualità. Orduna è un signor palleggiatore, Buchegger lo avrei preso volentieri come secondo ad Atanasijevic, le due bande sono solide e i due centrali italiani stanno crescendo bene. Sarà dura batterli a casa loro anche se mi aspetto una prova diversa, soprattutto un approccio diverso, da parte dei nostri giocatori».

Recine è rimasto sorpreso dal risultato della semifinale di andata di Challenge Cup. «La Bunge vista sabato scorso doveva fare un sol boccone del Maliye Piyango – prosegue il diesse umbro – invece ha pagato qualche problema fisico e forse la fatica per la lunga gara di sabato a Perugia. Ci devono credere: conosco bene le squadre turche, non hanno nella continuità il loro punto di forza e dunque potrebbero anche lasciare qualche possibilità ai romagnoli che devono farsi trovare pronti».

Perugia sa come si sbanca Ankara e Recine spera di rivedere a Ravenna la Sir Safety vista in Turchia martedì scorso.

«Abbiamo giocato un’ottima partita, tenendo sempre un livello altissimo in tutti i fondamentali e soprattutto in battuta, dove eravamo un po’ mancati con Ravenna. Mi aspetto di vedere quella continuità di rendimento anche domenica (domani, ndr) e di portare a casa dalla Romagna un successo che ci permetta di preparare con più calma il ritorno di Champions e le semifinali di play-off. Sappiamo che non sarà semplice ma siamo pronti a soffrire».

Perugia deve sempre fare i conti con le non perfette condizioni fisiche di Russell che comunque dovrebbe essere della partita domani.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui