Il Cesena dà voce al Natale

CESENA. Per il quinto anno consecutivo il Cesena viene in soccorso di chi, in vista del Natale, va a caccia di regali a buon mercato ma soprattutto di regali a fin di bene. E se in precedenza i calendari con i giocatori travestiti da personaggi del cinema prima e la pallina per l’albero con lo scudetto del Cesena avevano “semplicemente” colpito nel segno, quest’anno è arrivata una vera e propria palla di cannone: il marketing dell’Ac Cesena e lo Studio Tropico, che da tempo collabora con il club bianconero per le campagne pubblicitarie e le campagne abbonamenti, hanno infatti regalato un vero capolavoro ai seguaci del Cavalluccio. Si intitola “Merry Christmas, dai burdel” ed è una canzone natalizia a tinte bianconere, scritta e musicata appositamente da Luca Galassi e Gianluca Rossi di Studio Tropico e da Andrea Garavini, Luca Nobile e Nicola Rosetti di Deepzero. Un orecchiabile motivetto, cantato da Castori, da Treossi e da tutti i giocatori del Cesena, che ha proprio tutto per riuscire in breve tempo a diventare un vero e proprio inno. «Spero che la curva Mare lo adotti», dice la dottoressa Elisabetta Montesi, responsabile di “Pediatria a misura di bambino”, il progetto dell’ospedale Bufalini di Cesena al quale anche quest’anno il Cesena devolverà tutto il ricavato dell’iniziativa. E dicendolo, Elisabetta si commuove: «Perché io al Cesena sono legata anche affettivamente: mio zio ha vestito a lungo la maglia bianconera e in questa canzone è anche citato». Lo zio è Giampiero Ceccarelli.

I medici clown

“Pediatria a misura di bambino” è il progetto che vede impegnati anche (ma non solo) i medici clown: «Il nostro è un progetto pionieristico: siamo stati tra i primi in Italia a portare i clown in corsia – spiega – l’obiettivo è curare anche lo stato d’animo delle persone, non solo le malattie. Spesso il supporto maggiore lo forniamo ai genitori dei bambini ricoverati, perché sono i grandi quelli più preoccupati. I medici clown sono figure non riconosciute professionalmente, per cui c’è bisogno del supporto della gente e noi siamo grati al Cesena per quanto fa per noi».

L’impegno della Plt

A coprire tutte le spese, da quelle di registrazione (avvenuta al Deposito zero studios di Forlì il giorno dopo Cesena-Brescia 1-0) a quelle di stampa dei cd, ha pensato la Plt Puregreen, main sponsor del Cesena: «E’ una bellissima iniziativa – spiega la responsabile operativa Leila Pierpaoli – alla quale abbiamo subito aderito. Il Cesena ha messo voce e cuore, noi energia e supporto. Territorio, fare squadra e beneficenza sono nostre priorità. Ora la palla passa ai tifosi».

Modalità d’acquisto

Tifosi che possono acquistare il Cd (due i brani: la versione originale, bellissima per quanto appassionata, e quella strumentale) al prezzo di 5 euro al Cesena Store di via Veneto oppure giovedì sera al Manuzzi. Dalla mezzanotte e un minuto di domani, inoltre, il brano sarà disponibile su tutti i principali digital store a un prezzo variabile tra gli 0,99 centesimi e un euro e 20 centesimi.

Il mondo bianconero

Ieri il Cesena era rappresentato dal presidente Giorgio Lugaresi e da due calciatori: Andrea Schiavone e Giovanni Di Noia. Quest’ultimo risultato tra i più intonati con Fazzi, Donkor, Cascione e Melgrati sono risultati i più intonati. «Quello della registrazione è stato un pomeriggio molto piacevole – le parole di Schiavone – che è servito anche per cementare il gruppo». Come? Anche con uno scherzo fatto dai giocatori a Castori: «A un certo punto – racconta Di Noia – noi ci siamo zittiti tutti e il mister ha continuato a cantare da solo. Se l’è cavata bene e l’ha buttata sul ridire. E’ stato come sempre molto disponibile». Chiusura con una battuta di Lugaresi: «Castori ha una voce da tenore, mentre Di Noia potrebbe avere futuro come cantante».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui