Aggredì e investì a Rimini migrante con l’auto, assolto perché “incapace di intendere”

RIMINI. Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Rimini Vinicio Cantarini ha assolto dall’accusa di tentato omicidio (inizialmente fu contestata anche l’aggravante dell’odio razziale), il riminese di 33 anni che il 22 marzo 2017 aggredì un ragazzo nigeriano di 27 anni davanti al supermercato. L’imputato è stato considerato «totalmente incapace di intendere e di volere», e quindi non punibile, sulla base della relazione dello psichiatra Renato Ariatti svolta nelle forme dell’incidente probatorio. La parte offesa, Emmanuel Nnumani, 27 anni nigeriano (assistito dall’avvocato Simone Campolattano) si era costituito parte civile, ma la sua richiesta risarcitoria di 800mila euro, con l’assoluzione, diventata carta straccia. 

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui