RIMINI. Dalle prime luci dell’alba investigatori della squadra mobile di Rimini, delle Volanti e del Servizio centrale operativo di Roma hanno dato corso a numerose perquisizioni in alberghi, società e abitazioni del Riminese, in esecuzione a un provvedimento firmato dal procuratore capo Elisabetta Melotti e dal sostituto Luca Bertuzzi. Nove le persone destinatarie del provvedimento. Le ipotesi di reato ipotizzate vanno dall’estorsione al trasferimento fraudolento di valori, all’intestazione fittizia di beni. Altre perquisizioni sono state eseguite in diverse località italiane. 

Argomenti:

beni

estorsione

indagati

polizia

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *