Palpeggiò una barista a Riccione, camionista condannato per violenza sessuale

RIMINI. Un anno e tre mesi di reclusione. È la pena, sospesa, inflitta a un 55enne camionista incensurato, difeso dall’avvocato Stefano Caroli (disposto anche un risarcimento di mille euro alle parti offese). L’imputato, pesarese domiciliato a Riccione, doveva rispondere dell’accusa di violenza sessuale (ipotesi lieve) e corruzione di minori. Stando al capo d’imputazione, infatti, nella notte tra il 5 e il 6 maggio 2018 l’uomo avrebbe palpeggiato a Riccione una barista 45enne e si sarebbe masturbato davanti alla figlia 16enne della donna. L’imputato ha respinto tutte le accuse sostenendo che sarebbe stato la donna a provocarlo e a spingergli la faccia tra i suoi seni prosperosi.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui