RIMINI. Il giudice cambia per quattro volte e così si deve ricominciare tutto daccapo finché il quinto non può fare altro che dichiarare l’intervenuta prescrizione. Al recente via vai dei magistrati corrisponde una morìa di processi giunti al capolinea dopo aver stremato i testimoni (costretti a ripetere ogni volta il loro racconto), sprecato le risorse di un sistema che non naviga nell’oro, penalizzato le parti offese, ma anche gli imputati, colpiti nel diritto di avere una pronuncia, che sia di assoluzione o di condanna. Ieri, tra i processi finiti su un binario morto, spicca quello aperto sei anni fa (la prima udienza per ironia della sorte risale al primo aprile del 2013) per fare chiarezza sulla fine di un paziente morto in ospedale nell’agosto 2011, per le conseguenze della caduta da una barella.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

4

cade

cambio

dopo

giudici

MUORE

prescrizione

processo

rimini

volte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *