Battaglia del gas a Rimini, l’appello: “Fate i bravi, non insultate gli operatori del centralino”

RIMINI. «Fate i bravi». Mirella Guzzo è l’amministratrice, creatrice e “voce narrante” di “Ubriachi di gas”, la pagina Facebook nata una settimana fa per contenere il costo del riscaldamento e ora in viaggio verso le 9mila iscrizioni. Il clima di tensione, però, probabilmente sta giocando qualche brutto scherzo a qualcuno. Da qui l’intervento di Mirella Guzzo. «I legali di Sgr hanno segnalato comportamenti scorretti – ha scritto -. Molti impiegati degli sportelli dell’azienda, come anche gli operatori telefonici, sono stati aggrediti verbalmente da molti clienti arrabbiati da questa anomala ondata di bollette fuori dal comune».

Da qui, l’invito. «Vi chiederei di non farlo. Molti di loro si ritrovano ad avere le nostre stesse problematiche, con la differenza che il loro lavoro è proprio nell’azienda con la quale è nata questa diatriba e indirettamente diventano bersaglio facile di chi non comprende che non sono loto il nostro problema. Mi piacerebbe pensare a un gruppo forte e unito anche sotto il profilo del rispetto. Fate i bravi».

Da quando “Ubriachi di gas” naviga del mare dei social, ha subito raccomandato le persone via via iscritte a mantenere toni pacifico e a non offendere nessuno. Diciamo che per la maggior parte è successo, anche se qua e là ogni tanto a qualcuno è sfuggita la tastiera di mano, facendo sfociare i commenti nel terreno indegno delle offese anche personale. Non a caso gli uffici legali della Sgr stanno raccogliendo offese e commenti particolarmente al limite (leggere intervista pubblicato in pagina), non è stato deciso nulla, ma non escluse le denunce.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui