CATTOLICA. Lo sballo prima della serata in discoteca si conclude in ospedale per due ragazzine di Cattolica che hanno rischiato il coma etilico. Le minorenni, di 15 e 16 anni, hanno alzato un po’ troppo il gomito sabato sera, acquistando alcolici in qualche super market prima di continuare la serata in discoteca. Una scelta nella consapevolezza che, una volta entrate nel locale, non avrebbero più potuto bere, visto le regole che vietano la somministrazione di alcol a minorenni.

Ma una volta arrivate al parcheggio della Baia Imperiale, prima di entrare in discoteca, si sono sentite male. I presenti hanno notato le due palesemente alterate e hanno avvertito il 118. I soccorsi sono arrivati immediatamente e hanno portato le giovanissime una al pronto soccorso di Riccione, l’altra in quello di Pesaro. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per accertare l’esatta dinamica dei fatti e ascoltare qualche amico coetaneo. In particolare come le minori possano aver procurato l’alcol, se tramite amici o tramite venditori senza scrupoli. Le due minorenni sono state curate in ospedale dove i sanitari hanno riscontrato un tasso alcolemico molto alto tanto da sfiorare il coma etilico.

Per fortuna, passata la sbronza senza troppe conseguenze, sono state dimesse. Ovviamente sono stati avvertiti i genitori di quanto successo. Non è certo il primo caso di minorenni o giovanissimi finiti in ospedale dopo il consumo di alcolici, procurati fuori dai locali o, in qualche caso dentro. Il pugno duro del questore sulla vendita di alcol ai minori ha portato più di un locale alla chiusura, così come sanzioni o chiusure sono state inflitte ai negozi che vendono alcolici ai minorenni.

Argomenti:

cattolica

coma

discoteca

ragazzine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *