Bellaria, nonna si lancia sulla scogliera per salvare la nipotina caduta

BELLARIA IGEA MARINA. Rischia la vita per salvare la nipotina scivolata sugli scogli. L’abbraccio ha salvato la piccina. Per la nonna, una signora classe ’58, invece, si è reso necessario il ricovero al trauma center del Bufalini. È successo nel primo pomeriggio di ieri. Doveva essere una bella giornata di festa quella di una coppia di nonni bolognesi, giunti in Romagna per trascorrere il fine settimana assieme alla loro nipotina di 4 anni e mezzo. Il sole e la temperatura decisamente mite per la stagione sono stati gli elementi che con grande facilità li hanno convinti a fare una bella passeggiata sulla banchina del porto canale, lato Cesenatico. Camminata fatta dopo aver consumato il pranzo. Nonni e nipotina hanno così iniziato a godersi lo spettacolo offerto dal mare in giornate come queste. La poca gente presente, rispetto alla folla estiva, ha inevitabilmente “invogliato” la piccolina, a scorrazzare su e giù per la banchina.

L’incidente

Con quale modalità l’incidente sia avvenuto, poco importa. Quel che è certo, è che quando la nipotina ha perso l’equilibrio avvicinandosi agli scogli, l’istinto di protezione della nonna si è attivato. E per evitare che la bimba cadesse sui massi, si è tuffata. L’ha presa e tirandola verso sé, l’ha protetta dall’impatto con la scogliera. Un volo di pochi metri ma di estrema serietà per la donna che ha picchiato il capo sui sassi.

Soccorsi tempestivi

È stato il nonno a chiamare immediatamente aiuto. La tipologia dell’incidente ha fatto si che dalla centrale operativa di Romagna soccorso, oltre all’ambulanza fosse inviato sul posto l’elicottero di stanza all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. Allertati anche i carabinieri e la polizia municipale, i primi corsi in suo aiuto. L’eliambulanza è stata così fatta atterrare sulla palata a poche decine di metri da dove la signora è stata adagiata. Dopo essere stata stabilizzata e visto che le condizioni della 60enne, fortunatamente, sono apparse meno gravi di quanto fosse stato preventivamente ipotizzato al momento della chiamata dei soccorsi, è stato deciso il suo trasferimento a Cesena in ambulanza anziché in volo. A seguirla il marito e la stessa nipotina, che grazie al sacrificio della nonna, se la è cavata con tanta paura ma solo qualche lieve escoriazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui