Accoltellamento di Riccione, il nomade ricercato si è costituito

RICCIONE. Si è costituito ai carabinieri della Compagnia di Riccione il giovane nomade sinti italiano, ritenuto l’esecutore materiale del doppio accoltellamento di due 23enni di Gradara avvenuto nei giorni scorsi sotto la veranda del ristorante “La Mulata”. Il 21enne si e consegnato subito dopo l’interrogatorio di garanzia del fratello e del secondo amico maggiorenne, finiti in carcere già sabato insieme a un 17enne, con le accuse di tentato duplice omicidio e tentata rapina. Nelle ore in cui l’accoltellatore decideva di terminare la latitanza, il più grave dei feriti è stato trasferito dalla Rianimazione alla Chirurgia toracica. La prognosi resta sempre riservata ma non è più in pericolo di vita. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui