Inquinamento acustico, a Riccione i furgoni frigo lontani dalle case

RICCIONE. Per contrastare l’inquinamento acustico di giorno e di notte provocato dai compressori delle celle frigo installate su furgone e autocarri usati per il trasporto di merce deperibile, il sindaco di Riccione Renata Tosi ha disposto il divieto di accensione a distanza inferiore di 100 metri dalle abitazioni durante le giornate festive e, nei giorni feriali, dalle 13 alle 16 e dalle 20 alle 7. Le limitazioni non si applicano all’interno delle zone artigianali e nelle altre zone in classe acustica V e VI, individuate dalla classificazione acustica comunale. La violazione all’ordinanza, prevede una sanzione amministrativa da 50 a 300 euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui