I sogni dei cittadini affissi nel foglio di un ristorante di Rimini

RIMINI. I sogni dei cittadini affissi nel foglio di un ristorante di Rimini. Sono oltre 2.500 i clienti che hanno scritto su un foglio di carta i propri desideri. Accade a Yume Ramen, il locale del centro storico dove le persone vengono invitate a scrivere e ad appendere i propri sogni mentre mangiano una ciotola di Ramen giapponese.

Non ville al mare e nemmeno viaggi di prima classe, i sogni dei riminesi parlano d’altro. Dall’analisi fatta si evince come le persone abbiano desideri molto profondi e personali. Oltre il 30%, infatti, si riferiscono alla volontà di diventare la migliore versione di se stessi, di diventare ciò che realmente si è, di vivere secondo il proprio cuore. In tanti hanno scritto Io voglio credere in me stesso oppure Io voglio smettere di avere paura del giudizio degli altri.

Al secondo posto viaggiare (13,8%). Chi desidera girare il mondo in barca a vela, chi vuole esplorare gli Stati Uniti, che vuole fare 6 mesi sabbatici nel Sud-Est dell’Asia. Al terzo posto, con il 9%, un grande classico: l’amore. Soprattutto rintracciabili nelle calligrafie femminili, sono tanti anche i desideri d’amore. In questa categoria predomina in assoluto l’obiettivo di andare a vivere insieme (quasi mai citato, invece, il matrimonio).

Al quarto posto, con il 6,9% il desiderio di avere un bimbo. Segue il desiderio di mantenere unita (o di riunire) una famiglia. Solo all’ottavo posto si colloca il desiderio (effimero) di vincere al lotto.

Non mancano desideri strani o inusuali. C’è chi vorrebbe imparare a suonare l’Ukulele, chi desidera che l’Algida rimetta sul mercato il Piedone e chi desidera fare il direttore del Teatro Galli (lasciando scritto il numero di cellulare per il sindaco Andrea Gnassi).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui