Centinaia di armi e ordigni da guerra sequestrati dai carabinieri di Riccione, due arresti

RAVENNA. I carabinieri di Riccione, a conclusione di un’articolata attività investigativa coordinata dalla Procura di Rimini, hanno rinvenuto una maxi “Santa Barbara” ricomprendente alcune centinaia di pezzi tra armi ed ordigni da guerra risalenti all’ultimo conflitto mondiale. Il copioso materiale bellico – di cui una significativa parte si presenta ancora in buono stato d’uso – era detenuto abusivamente da due uomini, un 51 enne ed un 57enne, entrambi residenti a Montefiore Conca. Le armi, occultate in due casolari di campagna sono state messe in sicurezza da personale specializzato degli Artificieri dell’Arma di Bologna. I due uomini sono stati arrestati con l’accusa di detenzione abusiva di armi da guerra.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui