Imposte non pagate, sequestro di beni per 800mila euro al Cocoricò di Riccione

RICCIONE. I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Rimini hanno dato esecuzione ad un sequestro preventivo per equivalente disposto dal gip Benedetta Vitolo nei confronti di un noto locale della riviera romagnola, il Cocoricò di Riccione, per un ammontare complessivo di oltre 800.000 euro per equivalente delle imposte risultate evase a seguito degli accertamenti di polizia economico-finanziaria posti in essere nel 2018 dalle Fiamme gialle.

L’evasione è scaturita infatti all’esito di una verifica fiscale eseguita dai finanzieri che hanno constatato a verbale nei confronti della società che ha gestito il locale negli anni 2015-2016, l’omessa presentazione delle prescritte dichiarazioni fiscali per i due periodi di imposta e i conseguenti omessi versamenti di imposta per il complessivo ammontare ora oggetto del provvedimento in esecuzione, richiesto dal sostituto procuratore Paolo Gengarelli che ha coordinato le attività investigative.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui