Il populismo lasciamolo a chi se lo merita

Un ex assessore del Comune di Rimini, Samuele Zerbini, sfida il ministro Matteo Salvini sui migranti della Sea Watch. E per farlo lancia la sua provocazione: ospito gratis per un anno una famiglia di quei 49 che stai lasciando in mezzo al mare.

Da ex amministratore pubblico Zerbini sa che non è possibile. E che quasi sicuramente non lo sarà neanche un domani anche nel caso venissero accolti da un porto italiano. E allora perché lanciare queste provocazioni? Il populismo a colpi di slogan del governo gialloverde non si combatte con le stesse armi, cioè gli slogan populisti. Su questo fronte la battaglia è persa in partenza, loro sono troppo esperti in materia. Si combatte con la ragione, o meglio, con le ragioni. Certo, è più facile affidarsi allo slogan di pancia piuttosto che cercare di spiegare le ragioni per le quali quei migranti non possono essere abbandonati in mezzo al mare, ma il populismo lasciamolo a chi lo sa fare.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui