RIMINI. Vandali in azione nel centro storico di Rimini. Stavolta sono stati presi di mira gli alberelli natalizi sistemati lungo via Poletti a ridosso del teatro Galli. Un gruppo di cinque giovani (tra cui una ragazza), come documentato sia dalle immagini delle telecamere di sorveglianza sia dalla testimonianza di una guardia giurata, verso le tre di notte sono scesi da un’auto per accanirsi senza un perché contro gli arredi del centro. Hanno gettato a terra e sradicato dai vasi gli alberi, poi spezzato dei rami prima di ripartire a tutta velocità. Una fuga inutile perché, a partire dalla targa dell’auto intestata a un loro genitori, i poliziotti delle Volanti sono risaliti prima al conducente e poi, via via, ai passeggeri. Si tratta di ragazzi, residenti a Rimini, di età compresa tra 20 e 25 anni. Rischiano la denuncia.

Il 6 dicembre scorso erano stati invece presi di mira, a due passi da lì, gli arredi di piazza Cavour e in particolare il tendaggio del “foyer” a cielo aperto del Galli, allestito in vista delle manifestazioni natalizie. Il responsabile del gesto vandalico, un cinquantenne di Campobasso domiciliato a Rimini, anche in quel caso fu individuato in fretta dagli agenti delle Volanti.

Le immagini delle telecamere di videosorveglianza lo avevano ripreso, infatti, mentre, attorno alle due di notte, arrivava in bicicletta e appiccava il fuoco. Nell’esaminare i fotogrammi i poliziotti lo avevano riconosciuto come l’autore delle scritte sul basamento marmoreo della statua di Paolo V in piazza Cavour (un fatto del luglio 2017). Di lì a poco era stato lo stesso dirigente delle Volanti, il vice questore aggiunto Cristian Magliarisi, a imbattersi in lui in via Gambalunga. Lo aveva bloccato e nei suoi confronti era scattata la nuova segnalazione.

Argomenti:

natale

rimini

vandali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *