Ex colonie da riqualificare ma lavori mai fatti, il Comune di Riccione recede dal contratto con Kiron

RICCIONE. La Giunta recede dal contratto di concessione con la società Kiron srl per inadempienze al risanamento delle ex colonie Reggiana e Adriatica. Preso atto degli inadempimenti, l’Amministrazione ha stabilito di recedere dal contratto di concessione di cui, dal 2004, la società ha goduto per dare avvio alla riqualificazione delle strutture senza adempiere, si legge in una nota del Comune, “a nessuno degli obblighi previsti per il restauro e il risanamento”.

Dopo l’adozione del permesso di costruzione e, successivamente, la possibilità di rateizzazione degli oneri di urbanizzazione, la società non ha versato alcuna rata, peraltro già scaduta, né dopo formale provvedimento di diffida. “Si tratta di un grave inadempimento che a distanza di numerosi anni, il concessionario non è stato in grado di rispettare, nonostante la disponibilità fornita dall’Amministrazione ad accogliere ogni istanza di agevolazione anche in termini di reteizzazione per avviare la riqualificazione delle due colonie di viale D’Annunzio, in zona Marano. L’omesso pagamento della prima rata di oneri è infatti ostativo al rilascio del permesso di costruire”.

L’intervento previsto consisteva nel recupero conservativo con cambio di destinazione d’uso da colonie ad hotel per la Reggiana e, da colonia a residence turistico alberghiero, per l’Adriatica. L’Amministrazione darà in affidamento a Geat la custodia e gli obblighi manutentivi dei due edifici.

“L’Amministrazione Comunale ha incanalato da tempo un indirizzo generale di riqualificazione e riutilizzo dell’area Marano con il contributo dei privati, per quanto riguarda l’attività dei pubblici esercizi e delle attività economiche rivolte ad un sistema sempre più attrattivo a partire dall’intrattenimento diurno – recita una nota -. Con le proprietà delle colonie Pio XIX e Casa del Bimbo, e del parcheggio di piazzale Pratolini-via Manfroni sempre in zona Marano, la scorsa estate è partita una innovativa operazione di utilizzo di parcheggi custoditi da parte degli alberghi della zona serviti da navetta. Il lungomare 4 sarà uno dei prossimi interventi che andranno a migliorare notevolmente la zona nord di Riccione. Il tema delle vecchie colonie che a Riccione e in varie località costiere necessitano di trovare rinnovate destinazioni e che richiedono nel tempo vari interventi di pubblica sicurezza da parte delle forze dell’ordine, rimane all’ordine del giorno dell’amministrazione. Apertura a concreti progetti di riconversione e a iniziative di rigenerazione, anche temporanea, sono e rimangono punti fermi per questa area della città”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui