RIMINI. Non si annuncia proprio come una passeggiata. Servono l’età giusta, il fisico del ruolo, particolari attitudini artistiche: ballo e dizione in primis. In cima alla salita, però, c’è un contratto vero e proprio: 2.500 euro per undici giornate di lavoro. Dove? Al centro commerciale le Befane. Cosa bisogna fare? “Babbo Natale”. Quando? La selezione è prevista domenica, a partire dalle 15,30. Le “candidature” potevano essere inviate fino a mercoledì sera.

Sulla pagina “Facebook” del centro commerciale da settimane compare l’annuncio “stiamo cercando te”. Le condizioni richieste: risiedere nella provincia di Rimini, essere un uomo con più di 50 anni, possedere caratteristiche fisiche e caratteriali conformi al ruolo. Quali? Non vengono specificate, ma non serve essere un indovino per capire che barba e capelli bianchi, pancia e stazza importanti, capacità di rapportarsi con i bambini, saranno considerati un valore aggiunto.

Alla selezione di domenica pomeriggio parteciperà una cinquantina di candidati e l’età media è di 55 anni. Sono tutti di Rimini e provincia a eccezione di un paio di bolognesi e un “Babbo Natale” giunto da Lecce, ma la figlia abita da tempo in riva all’Adriatico. Ripetiamo la “paghetta”: 2.500 euro per undici giorni di lavoro, compresi in un arco temporale dal 7 al 26 dicembre. Orario: dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.

Giusto alcune sere fa, la trasmissione “DiMartedì” su La 7 ha dedicato un ampio servizio a una analoga selezione in supermercato romano. Ovviamente si parlava di “quota 100” e pensionati che non arrivano e fine mese e si devono quindi ingegnare in attività sporadiche. Gli intervistati oscillavano da 500 a mille euro al mese e quindi l’obiettivo era quello di «arrotondare un pochetto”, perché con «questi chiari di luna» è «dura andare avanti», meglio integrare con «dù sordi». Ah, al “Babbo Natale” romano venivano proposti 1.800 euro. Domenica a Rimini è in palio un contratto da 2.500 euro.

Argomenti:

babbo natale

befane

casting

centro commerciale

contratto

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *