MISANO ADRIATICO. “Mi candido a sindaco perché mi hanno chiesto perché lo fai, non farlo. Ecco, quando mi sconsigliano qualcosa ho capito che è il momento di farla”. Intervistato al programma satirico La Zanzara su Radio 24 Claudio Cecchetto, che ha annunciato la discesa in campo come primo cittadino di Misano Adriatico, svela – tra ironia e serietà – i primi punti del suo programma rispondendo alle domande a raffica dei conduttori. Così l’aspirante sindaco spiega di non ritenere giusto multare i clienti delle prostitute “se non diventa un problema di intralcio al traffico. Nessuno obbliga le donne a farlo, se qualcuno lo fa sì che è da punire, ma il cliente…la gente ci va per tanti motivi, anche per timidezza, per problemi personali e aggiungerne uno ulteriore mi sembra inutile”. Sì anche all’idea dei parchi dell’amore “ma farei separè tra una macchina e l’altra”, all’idea toscana di preservativi gratis ai minori di 26 anni provvedimento ritenuto “ottimo, basta che non incida troppo sulle casse dell’amministrazione” e alla liberalizzazione della droga “anche secondo me va legalizzata, ci mancherebbe altro”.

Argomenti:

candidato

claudio cecchetto

clienti

misano adriatico

multe

programma

punti

sindaco

ZANZARA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *