Claudio Cecchetto candidato sindaco «L’idea mi piace perchè amo Misano»

MISANO

Claudio Cecchetto candidato sindaco alle amministrative di fine maggio. «E’ un’ipotesi che mi è stata ventilata da alcuni amici, il sindaco Stefano Giannini è arrivato al suo secondo mandato, quindi non può più candidarsi: se mi chiedessero la stessa cosa in qualsiasi altra località dire “siete pazzi”, di Misano invece sono innamorato, quindi sto valutando, la cosa certa è che l’idea mi piace perché mi piace Misano». A far propendere per una decisione anziché un’altra, «sarà la squadra, questa è molto importante, abbiamo appena iniziato a ragionare anche se siamo a buon punto», dice Cecchetto. «Sarà una lista civica, apolitica, con le cose che ho fatto in passato nella direzione artistica non è che mi presento tutto a un tratto come un politico, anche se poi ho avuto anche esperienze gestionali creando due network radiofonici da zero. In questo caso non è stata solo un’impresa artistica ma anche imprenditoriale».

L’Eldorado da lanciare

Al momento c’è una certezza. «Sono venuto qui con la direzione artistica del progetto Misano Marittima la scorsa estate, in tre mesi ho avuto modo di innamorarmi. Misano è veramente un posto fantastico, dove ancora si possono creare delle cose. Di luoghi ne ho visti tanti, ho contribuito a “costruire” Riccione, Aquafan, viale Ceccarini, ho portato il “Disco per l’estate”, ma per realizzare qualcosa di nuovo dovresti distruggere cose già fatte. Misano invece lo vedo come l’Eldorado, mi sembra un posto nuovo dove c’è solo da esaltare quello che c’è. Mi piace la presenza di un bosco vicino alla spiaggia, il parco Nord, che ha un nome che non mi piace, ma dove si possono fare tante cose, riqualificandolo senza snaturarlo. Creare un palco in armonia con la natura, dove far esibire artisti esordienti ma anche già famosi che hanno voglia fare spettacolo in un posto diverso. La forza del bosco potrebbe diventare una caratteristica di Misano».

Gioielli ed eccellenze

Cecchetto è stato l’ideatore di “Misano Marittima”, il marchio e l’associazione di operatori, che mira a diventare club di prodotto. «Con Giannini abbiamo pensato a questa mia carica di direzione artistica, il che mi fa pensare che un minimo di stima per me ce l’abbia, come io ce l’ho per lui; quando gli ho parlato delle mie idee le ha subito recepite, questo vuole dire che ha una testa che si avvinca alla mia e anche lui è uno che vuole bene a Misano». Cecchetto pensa a Misano «come a un gioiellino, ci sono delle eccellenze che piacciono, dal Gambero Sbronzo, a Le Vele, la spiaggia Baia degli angeli, che dimostrano che Misano può ambire a eccellere in tutti i campi. C’è un lato monte bellissimo. In vacanza non si va per riposare ma per divertirsi, le persone vogliono attività a contatto con la natura e in città non è possibile».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui