Rimini, i vigili acquistano quattro fuoristrada, ma il bando va deserto

RIMINI. La polizia municipale ha bisogno di rimpiazzare quattro veicoli a trazione integrale, perché quelli che ha in dotazione non sono più efficienti, la normale manutenzione non basta più e la sicurezza non è garantita. Ma la gara è andata deserta, le ditte non solo non si sono presentate e neppure hanno chiesto informazioni. Che fare, quindi? Il Comune ha scelto di aumentare la base di gara del 20 per cento. La partita vale ora 105mila euro.

Il 24 luglio di quest’anno il corpo della polizia municipale aveva già fatto notare di avere una certa urgenza. «Il settore – si leggeva in una nota – ha la necessità di acquistare cinque veicoli di media cilindrata a trazione integrale, per sostituirne altrettanti attualmente in dotazione, che non possiedono più i requisiti di sicurezza e affidabilità necessari per l’espletamento dei servizi di competenza. Si evidenzia a riguardo che le manutenzioni ordinarie non sono più sufficienti a mantenere il buon funzionamento e le condizioni di sicurezza delle vetture».

Quindi? Sono stati consultati i siti internet del ministero dell’economia e delle finanze e l’Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici – si legge nel documento del Comune – allo scopo di visionare le convenzioni in atto relative alla fornitura di autoveicoli. Stabilito il prezzo base sono stati quindi invitati tutti gli operatori economici presenti e in possesso dei requisiti, in tutto 235 ditte.

Com’è andata? Maluccio. «Non è pervenuta alcuna offerta, né alcuna richiesta di chiarimenti».

Alla luce di tutto ciò, il Comune ritiene utile «semplificare per quanto possibile la procedura eliminando gli adempimenti non necessari» e «incrementare la base di gara del 20 per cento». Così il comandante della polizia municipale, Andrea Rossi, in una nota del 24 ottobre ha chiesto di procedere «urgentemente con la fornitura, giacché le autovetture in dotazione sono obsolete e non garantiscono più la continuità operativa».

Detto questo, Il Comune si ritiene opportuno procedere all’acquisto dei veicoli necessari mediante una «nuova procedura negoziata» con l’invio di richiesta di offerta all’elenco degli operatori economici presenti per il bando “Veicoli e forniture per la mobilità”, incrementando la base di gara del 20 per cento. Viene quindi deciso di fissare la base di gara per la fornitura in 86.400 euro, ovviamente più Iva. E viene di concerto prenotato un impegno di spesa pari a 105.408 euro. Incrociando le dita.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui