Bancomat sventrato con l’esplosivo, colpo da 30mila euro

Bancomat sventrato con l’esplosivo, colpo da 30mila euro

MORCIANO. I resti del bancomat sul suolo, e il muro della banca sventrato, tanto che dalla strada si potevano vedere gli uffici interni. Questa l’immagine che si sono trovati davanti i cittadini che ieri mattina sono passati in via Roma e piazza Risorgimento. Il bancomat della Banca Malatestiana è stato fatto esplodere, venerdì notte, intorno alle 4, da un gruppo di malviventi, che poi si sono dati alla fuga. Un boato che ha fatto accorrere sul posto le forze dell’ordine, ma ormai gli autori dell’esplosione se n’erano già andati con un bottino, contenuto nella cassa del bancomat, di circa 30 mila euro.

Una banda di quattro persone

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Morciano e Riccione, insieme ad un’unità dei vigili del fuoco, e alla vigilanza. Dalle immagini delle telecamere di sicurezza, che gli inquirenti stanno visionando per risalire ai malviventi, sembra che ad agire sia stata una banda formata da quattro persone. Sono arrivati a bordo di un’auto bianca, di media cilindrata, in via Roma. Sono scesi tutti e quattro, incappucciati, e si sono diretti al bancomat che hanno fatto esplodere, per poi scappare con i 30 mila euro. Il colpo all’istituto di credito morcianese potrebbe essere stato commesso dalla stessa banda del bancomat che una settimana fa aveva fatto saltare lo sportello automatico, sempre di notte, della filiale della Banca Valconca a Taverna di Montecolombo. In quell’occasione, i ladri erano spariti con un bottino di circa 15 mila euro. Poche settimane fa, a fine settembre, era stato fatto esplodere un altro bancomat, sempre della Banca Maltestiana, a San Vito di Rimini. Un assalto avvenuto intorno alle 5 di mattina, e i malviventi dopo aver racimolato le banconote fuoriuscite dallo sportello, erano scappati a piedi attraverso il parco della zona.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *