MISANO ADRIATICO. Molesta pesantemente due ragazzine al parco e finisce in manette. I carabinieri della stazione di Misano Adriatico hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip de Tribunale di Rimini su richiesta della pm Paola Bonetti a un diciottenne albanese, arrivato in Italia da minorenne non accompagnato. Il giovane, accusato di violenza sessuale aggravata, nonostante sia ancora un adolescente è già noto alle forze dell’ordine (a Pesaro, dove è detenuto, deve rispondere di una rapina impropria). I fatti risalgono al 20 settembre scorso e sono avvenuti attorno alle 15 del pomeriggio all’interno di un parco pubblico di Misano Adriatico, nella zona di via Gramsci. Le due ragazzine, che frequentano le scuole medie, se ne stavano tranquillamente per conto loro quando sono state avvicinate all’improvviso da tre ragazzi più grandi. Con l’albanese c’erano infatti anche un italiano e un nordafricano. Il terzetto, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, si era già fatto notare per qualche approccio fin troppo spavaldo con l’altro sesso, tra Riccione, Cattolica e Misano, ma fino a quel giorno non era accaduto niente di grave. Il diciottenne, forse infastidito dal fatto di essere ignorato dalle ragazzine, infastidite dalla sua invadenza, ha cominciato a fare pesanti apprezzamenti, e ha cercato di attirare l’attenzione delle giovanissime verso i suoi jeans, all’altezza del rigonfiamento in prossimità della cerniera lampo, rimasta comunque rigorosamente chiusa. Quando loro hanno cercato di allontanarsi lui le ha invitate più volte, e nel più volgare dei modi, a fare con lui del sesso. Infine, le ha palpeggiate, mettendo loro le mani addosso: carezze sgradite al seno e al sedere. Sono scappate via di corsa, terrorizzate. Una ha chiamato il fidanzatino che, a sua volta, ha avvertito dell’accaduto i carabinieri. Gli uomini del comandante di Misano, luogotenente Nicola Travaglino, in poco tempo hanno rintracciato il presunto molestatore che è stato successivamente riconosciuto dalle parti offese. Le minorenni, ascoltate in caserma nelle forme dell’audizione protetta, davanti alla psicologa hanno raccontato e messo nero su bianco la loro versioni dei fatti, alla base dell’ordinanza di custodia. Il diciottenne sarò ascoltato, per rogatoria, dal giudice nell’interrogatorio di garanzia previsto per domani.

Argomenti:

18enne

arrestato

misano

palpeggia

parco

ragazzine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *