Volo di 15 metri nel dirupo, pensionato di Rimini trovato morto

RIMINI. In fondo a un dirupo, senza vita. E’ lì che è stato trovato Ernesto Mantovani, autotrasportatore in pensione di 67 anni che da qualche settimana si era trasferito per un periodo di vacanza nella sua seconda casa piemontese a Graglia – comune montano in provincia di Biella – e domenica pomeriggio si era allontanato dalla propria abitazione. La moglie, non vedendolo ritornare, ha deciso di dare l’allarme facendo scattare in poco tempo le ricerche: si sono mobilitate due squadre dei vigili del fuoco, numerosi volontari della protezione civile e del soccorso alpino, pattuglie dei carabinieri accompagnati da delle unità cinofili provenienti da Torino. Dall’alto, nel frattempo, si era levato in volo un elisoccorso per cercare di trovare il riminese dall’alto.

La scoperta nella mattina

Purtroppo però domenica non è stato raggiunto alcun risultato e quando l’oscurità ha impedito alle ricerche di andare avanti, i soccorritori si sono dati appuntamento alle prime luci dell’alba di ieri. Attorno alle 9, il corpo dell’uomo è stato ritrovato alle pendici del Monte Pennone, in fondo a una scarpata, a poca distanza dall’abitazione del 67enne. Gli investigatori non hanno escluso nessuna strada: sul corpo non sono state trovate segni di percosse e il decesso sarebbe quindi avvenuto dopo il volo di circa 15 metri in fondo alla scarpata. Tra le ipotesi che sono state prese in considerazione ci sono quelle legate alle condizioni meteo non facili – domenica pioveva – e il sentiero impervio avrebbe quindi portato l’uomo a scivolare. Una dinamica analoga a quella avvenuta in altre due occasioni in queste ultime settimane, quando nel Biellese si è verificato un altro decesso e un escursionista è invece caduto finendo in ospedale in gravissime condizioni.

Salma in obitorio

Il medico legale, chiamato sul posto, non ha potuto fare altro che decretare il decesso del 67enne. Il corpo è stato trasportato a valle dai vigili del fuoco e dal soccorso alpino. La salma è stata quindi portata in obitorio, in attesa del nulla osta da parte dell’autorità giudiziaria per stabilire la data dei funerali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui