La terzogenita “ha fretta”, non c’è tempo per arrivare in ospedale a Rimini, la mamma partorisce in casa

SAN GIOVANNI. Quando la famiglia che vive in via Montalbano, a San Giovanni in Marignano, ieri verso mezzogiorno e mezzo, ha chiamato il 118 probabilmente immaginava di arrivare in tempo utile per il parto all’ospedale Infermi di Rimini. E invece no, la terzogenita di una famiglia del Maghreb che vive da tempo nel “Granaio dei Malatesta” ha avuto troppa fretta di venire alla luce. Quando l’ambulanza ha raggiunto l’abitazione in cui vive la famiglia le acque si erano già rotte da un po’ e la piccola, a cui ieri non era ancora stato dato un nome, era già sul punto di nascere. Allarmati dalla situazione d’emergenza, i soccorritori, raggiunti nel frattempo da un’auto con il medico a bordo, hanno pensato che non ci fosse più il tempo per un trasferimento nella sala parto dell’Infermi ma fosse necessario farsi andare bene la camera da letto dei coniugi. E così è stato. La bambina è venuta alla luce attorno alle 13 e poi, una volta concluso il parto, lei e la madre sono state trasportate nel reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Rimini. Le condizioni di entrambe sono ottime. La piccola alla nascita pesava 3 chili e 540 grammi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui