Nuova aggressione al pronto soccorso di Rimini, paziente in attesa ferisce un vigilante

RIMINI. Stufo di attendere il proprio turno, aggredisce e ferisce una guardia giurata. È accaduto lunedì pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale “Infermi” di Rimini. Il paziente, un 18enne di origine sudamericana residente in una località della Valmarecchia si è improvvisamente scagliato contro la guardia giurata (un vigilante di 45 anni residente a Rimini) che cercava di riportarlo alla calma. «Gli era montato sopra a cavalcioni e sembrava quasi volesse cavargli un occhio» racconta una testimone «per salvarlo da quella furia sono intervenuti degli infermieri». Il ferito ha subito un trauma oculare (l’uomo ha avuto dei punti di sutura nella zona dello zigomo) e lamenta un dolore alla spalla (15 giorni di prognosi).

L’aggressore è stato sottoposto a un accertamento sanitario obbligatorio, trasferito all’ospedale di Forlì, e denunciato per lesioni a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Il ragazzo, arrivato al mattino in preda a uno stato di agitazione probabilmente indotto dall’assunzione di qualche sostanza (droghe o farmaci), a metà pomeriggio doveva ancora completare gli accertamenti. A un certo punto, verso le 17, si è spazientito e ha insistito per raggiungere la corsia «perché la caposala deve consegnarmi un pacco». La guardia giurata ha cercato di farlo ragionare e per tutta risposta è stato aggredito. L’ennesimo episodio di violenza ripropone il problema della sicurezza di chi lavora nei Pronto soccorso. Aggressioni fisiche e verbali si ripropongono periodicamente. Da parte dei sindacati si è più volte levata la voce perché si aumentino personale, vigilanza (nel pomeriggio resta soltanto una guardia giurata a presidiare il reparto), ma anche l’avvio di una campagna di sicurezza nei confronti degli operatori sanitari. Alla rabbia dei cittadini costretti, in certe situazioni, a lunghe attese, si aggiungono i pazienti resi aggressivi dall’abuso di sostanze o in preda a patologie psichiatriche.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui