Vaccini, il Comune di Rimini scopre 41 famiglie non in regola

RIMINI. Sono 41 le famiglie riminesi ancora non in regola con gli obblighi vaccinali. A loro questa mattina sono state inviate dall’amministrazione comunale altrettante lettere di sollecito. Si tratta, spiegano da Palazzo Garampi, di nuovi iscritti a nidi o scuole per l’infanzia individuati tramite i controlli effettuati. Applicando le nuove disposizioni della Regione, in caso di inadempimento, scatterà l’esclusione. “Aldilà delle capriole del Governo nazionale – commenta l’assessore ai servizi educativi Mattia Morolli – queste sono le regole che valgono per l’anno scolastico alle porte in Emilia-Romagna e a Rimini. Su questa linea continueranno i nostri controlli e l’applicazione delle disposizioni ed eventuali sanzioni previste”. Dunque, prima del 17 settembre, le 41 famiglie dovranno presentare il certificato che comprovi l’avvenuta vaccinazione; e la prenotazione per le vaccinazioni non ancora eseguite che fissi un appuntamento per una data successiva a quella di avvio della frequenza. Nel caso in cui sia già stato fissato un appuntamento il bambino sarà ammesso alla frequenza fino alla data dell’appuntamento, successivamente potrà continuare solo a fronte della presentazione del certificato di avvenuta vaccinazione. I minori eventualmente esclusi rimarranno iscritti e potranno essere nuovamente ammessi al servizio, successivamente alla presentazione della documentazione prevista, solo se avranno effettuato il pagamento della retta anche nel periodo di mancata frequenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui