Libera meduse in mare, bagnino colpito a badilate in spiaggia a Torre Pedrera

RIMINI. Quando si è accorto che un ragazzino era rientrato a riva con una decina di meduse nel secchiello, è intervenuto per chiedergli di liberarle e far rispettare così il divieto di pescarle. Ma la richiesta ha innescato una discussione con il padre del giovane, un riminese di 37 anni, che prima ha replicato verbalmente al bagnino di Torre Pedrera e poi lo ha colpito in testa con la paletta del figlio con la punta di ferro, con cui qualche istante prima aveva cercato di uccidere le meduse durante il diverbio. Padre e figlio, che nel frattempo si erano allontanati, sono stati rintracciati dalla polizia; in seguito ai fatti il genitore è stato denunciato per lesioni. Il bagnino infatti è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso per le ferite riportate, giudicate guaribili in otto giorni.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui