Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ravenna, in esecuzione di un provvedimento emesso dal G.I.P. del Tribunale di Rimini su richiesta della locale Procura della Repubblica, nella persona del Pubblco Ministero Dott. Luigi Sgambati, hanno
sequestrato beni immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie per oltre un milione di euro nei confronti di due riminesi amministratori di una società “esterovestita”, cioè formalmente localizzata nella Repubblica di San Marino, ma realmente operante in Rimini ed attiva nella produzione e commercializzazione di apparecchi per il filtraggio dell’acqua. I due responsabili della società – che attraverso tale espediente hanno evaso imposte per oltre un milione di euro in cinque anni, nascondendo al fisco italiano oltre due milioni e mezzo di base imponibile – sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Rimini
per il reato di omessa dichiarazione fiscale.

Argomenti:

evasione fiscale

finanza

san marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *