RIMINI. Prenderà avvio lunedì prossimo, 7 maggio, l’intervento di messa in sicurezza di Porta Galliana, primo stralcio del complessivo progetto di valorizzazione di Porta Galliana, luogo simbolo della Rimini Malatestiana e porta di accesso da mare al centro storico fino ad oggi seminterrata. Si tratta di un intervento di valorizzazione e riqualificazione del luogo, strettamente connesso al progetto Tiberio che, suddiviso in più fasi, dopo la conclusione delle prime tre (piazzale Vannoni-Tiberio 1, parcheggi e ciclabile-Tiberio2, Piazza sull’acqua – Tiberio 3) vede in stato avanzato la realizzazione della quarta fase, quella del canale Tiberio – Porto antico – Tiberio 4, che alcune settimane fa ha visto l’apertura al pubblico della passerella sospesa sul canale.

La Soprintendenza

Da lunedì prendono avvio anche i lavori di messa in sicurezza della porta previsti dal primo stralcio dopo che nei mesi scorsi sono stati eseguiti i primi scavi archeologici di dissotterramento della porta, eseguiti dalla ditta Ad Arte, su incarico dell’Amministrazione Comunale sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. I lavori costituiscono un primo stralcio propedeutico alla realizzazione del vero e proprio progetto di “Valorizzazione di Porta Galliana” che l’Amministrazione Comunale ha già inserito nel Programma Triennale del Lavori Pubblici 2018 – 2020, a cui faranno seguito due stralci successivi, per un importo complessivo di 1 milione di euro, interventi inseriti anche nell’ambito dell’ Art Bonus al fine di attivare iniziative ed erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale.

  

Argomenti:

lavori

malatesta

porta galliana

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *