Cercano d’investire vigile e seminano il panico

RIMINI. Cercano di investire il vigile che gli ha fatto una multa e poi silanciano in una fuga a 100 all’ora, contromano, per le vie della città. Minuti di autentico terrore quelli vissuti in primis dall’agente e da quanti a piedi o in macchina si sono trovati ad incrociare una Punto grigia con a bordo due giovani.

Tutto inizia a cavallo delle 11,30, quando due giovani “sconosciuti” tornano a prendere la Punto parcheggiata in divieto di sosta in via dei Cavalieri e sul parabrezza trovano una multa.

Gli agenti che hanno staccato il verbale sono ancora lì. La lampada della follia si accende nella mente dell’autista che avvia il motore e contromano si lancia contro il vigile che ha firmato l’atto e che per evitare di essere travolto si butta a terra tra due auto.

Il conducente della Punto attraversa l’incrocio con corso Giovanni XXIII, prende via Bastioni settentrionali e poi via dei Mille. Nel frattempo l’allarme è lanciato e diverse pattuglie della Municipale si mettono all’inseguimento. Il mancato investitore intanto prosegue nella sua folle corsa: salta la precedenza al ponte dei Mille, il semaforo e l’incrocio di via Roma e contromano imbocca corso Giovanni XXIII, ritrovandosi sul viale della stazione. Testimoni atterriti raccontano che la Punto volava a non meno di 100 all’ora. Girata la boa di piazzale Cesare Battisti, la Punto grigia riprende corso Giovanni XXIII, via Roma con direzione Settebello.

Il conducente sempre a tavoletta continua a saltare stop, auto in fila e semafori rossi, Durante una manovra lascia parte della fiancata contro un’altra auto in marcia. Infine imbocca la preferenziale di via Bastioni orientali.

E’ all’altezza dell’arco d’Augusto che i vigili decidono di desistere nell’inseguimento: troppo alto il rischio di coinvolgere degli innocenti in un incidente. Così la Punto riesce a raggiungere via Rosaspina e poi via Dell’Allodola dove l’autista perde il controllo e si schianta contro una Honda Civic parcheggiata.

E lì l’auto viene abbandonata e i due fanno perdere le loro tracce. Tutta della polizia municipale l’indagine che, a quanto pare, non ha chiesto aiuto ad altre forze di polizia per bloccare i fuggitivi.

L’auto non è rubata, è intestata a un cittadino italiano e non risulta essere assicurata. Non avrebbe neppure la revisione in regola. Notizie non confermate parlano che uno degli occupanti sarebbe stato individuato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui