RIMINI. “Basta razzismo”. Lo hanno detto in oltre 200 questa mattina in piazza Cavour, durante la manifestazione di solidarietà per Emmanuel, il giovane nigeriano accoltellato mercoledì dell’altra settimana per motivi razziali e ancora ricoverato in gravi condizioni. Oltre ad amministratori, sindacalisti, rappresentanti della categorie economiche e associazioni, molti i ragazzi stranieri a Rimini nell’ambito dei progetti dedicati ai richiedenti asilo. Il sindaco Andrea Gnassi ha chiesto scusa ad Emmanuel, a nome della città, perché “Rimini non è quella che ti ha colpito a morte per il colore della tua pelle”. Il vescovo Francesco Lambiasi ha esortato a convertire le parole “voi” e “io” in noi, per “costruire una città civile, accogliente e abitabile, l’unica arma contro il menefreghismo”.

Argomenti:

piazza cavour

razzismo

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *