RIMINI. I carabinieri della sezione di Polizia Giudiziaria di Rimini hanno arrestato, a conclusione di una articolata attività investigativa coordinata dalla locale Procura della Repubblica, una giovane avvocatessa del foro di Rimini per peculato aggravato in quanto, in qualità di amministratore di sostegno, sottraeva da conti correnti dei tutelati ingenti somme di denaro per acquisto di beni mobili ed immobili, ora confiscati. Tra i tutelati anche Andrea Severi, il clochard a cui nel 2008 alcuni giovani avevano dato fuoco con liquido infiammabile. Sono in corso le perquisizioni nello studio dell’avvocatessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *