Armati e senza scrupoli, svaligiavano i Conad

Una violenta banda di rapinatori di supermercati (soprattutto Conad) è stata arrestata dai carabinieri di Riccione. «Armati di pistola e completamente travisati – hanno riferito i militari che hanno svolto le indagini -, accedevano, in orario di chiusura, presso gli esercizi commerciali per poi puntare le armi al volto dei clienti e dei dipendenti alle casse, a volte anche prendendo ostaggi, intimando loro di consegnare il denaro: pochi secondi di forte tensione che terminavano solamente dopo che i malviventi, afferrato il malloppo (a volte portandosi via l’intero cassetto della cassa) scappavano di corsa, dileguandosi a piedi nelle vie limitrofe il luogo del delitto».

I Carabinieri, dopo settimane di pedinamenti, attività di osservazione e di analisi dei dati raccolti, sono riusciti a risalire ai componenti della banda ed a prevederne le mosse. Tre sono finiti in manette: un 29enne salernitano residente a Rimini, un 21enne cattolichino e 23enne morcianese. I tre sono stati incastrati dai carabinieri prima dell’ennesimo assalto, sabato, al Conad di Morciano di Romagna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui