Abajur di Ravenna, dopo la multa da 3.000 euro il Comune lo finanzia con 2.500 euro

RAVENNA. Dopo la multa da tremila euro della polizia municipale per aver sforato il massimo dei decibel consentiti, per il circolo Abajur ora arriva una buona notizia. E sempre dal Comune. Questa volta si tratta di una delibera di giunta – approvata martedì scorso – in cui si delibera un finanziamento da 2.500 euro.

Soldi che copriranno il cinquanta per cento dei costi relativi alla programmazione del calendario 2019 del circolo, che tramite spettacoli cinematografici e laboratori «contribuisce ad arricchire e a migliorare qualitativamente e quantitativamente l’offerta culturale rivolta ai giovani sul territorio» si legge appunto nella delibera firmata pochi giorni fa.

Appena 500 euro in meno rispetto alla multa generata (indirettamente) anche dalle proteste di alcuni residenti.

Proprio verso la fine dello scorso anno, infatti, il circolo è stato al centro di una lunga e aspra polemica. Da una parte i titolari dell’attività che chiedevano di poter lavorare, dall’altra i residenti che chiedevano di vedersi riconoscere il diritto al riposo notturno, secondo loro disturbato dagli schiamazzi provenienti dal locale. Altre proteste erano invece dovute alla presenza di mozziconi di sigarette lasciati per terra dagli avventori.

Dopo alcuni controlli Arpae aveva però accertato che, effettivamente, i decibel all’Abajur non erano del tutto in regola, e così a dicembre del 2018 è scattata la salatissima multa da 3mila euro. Nel frattempo, però, la “battaglia” ingaggiata tra titolari e residenti aveva portato a una chiusura per protesta del circolo e poi alla sua riapertura dopo alcune settimane di tam tam sui social network.

La delibera

A distanza di appena quattro mesi ora arriva questa nuova delibera. Tutto nasce da una richiesta fatta al Municipio dallo stesso circolo Abajur il 27 febbraio di quest’anno, nella quale si chiedeva sostanzialmente un sostegno di tipo economico per le spese da sostenere nella programmazione culturale 2019 del locale.

Cinquemila euro è il progetto di spesa avanzato dall’Abajur, al fine di dare realizzazione a «una rassegna cinematografica – si legge sempre nel testo di delibera -, una selezione di concerti gratuiti di grande rilevanza per la presenza di band internazionali e una serie di appuntamenti dedicati a laboratori teatrali, musicali e creativi tenuti da esperti e dedicati ai più piccoli».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui