Sequestrata auto e patente a tassista abusivo di Castel Bolognese

CASTEL BOLOGNESE. Nel pomeriggio di ieri gli agenti della polizia locale dell’Unione della Romagna faentina hanno proceduto al sequestro di un veicolo e al ritiro della patente di guida nei confronti di 49 anni sorpreso ad esercitare abusivamente l’attività di tassista. L’uomo, residente a Castel Bolognese svolgeva l’attività completamente in nero e senza alcun titolo abilitativo, riuscendo così a praticare prezzi inferiori ai tassisti regolari. Gli stessi messi in difficoltà da tale forma di concorrenza sleale avevano proceduto a presentare un esposto in seguito al quale sono scattate le indagini che hanno permesso di individuare il conducente e a scovare un suo annuncio dove pubblicizzava la propria attività con tanto di contatto telefonico. A quel punto è scattata la trappola. Un’avvenente poliziotta si è finita cliente ed ha contattato l’uomo facendosi recuperare alla stazione di Castel Bolognese per raggiungere un’officina di Faenza, asserendo che doveva recuperare il proprio veicolo. Ma sul posto l’uomo ha trovato ad attenderlo una pattuglia e a nulla è valso il tentativo di giustificarsi sostenendo che la ragazza a bordo era una sua amica, a cui aveva dato un passaggio in forma gratuita. Avuto contezza che anche la ragazza era un agente di polizia locale, l’uomo ha dovuto ammettere la circostanza. Nei suoi confronti sono quindi scattate le sanzioni amministrative previste tra cui il ritiro della patente di guida e il sequestro amministrativo del veicolo ai fini della confisca.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui