Tre parrocchie in lutto a Ravenna per la morte a 51 anni di don Giussani

RAVENNA. Si è spento poco prima della mezzanotte di sabato don Giovanni Giussani, parroco nelle parrocchie di Fornace Zarattini, Godo e Cortina di Russi. Don Giussani, aveva solo 51 anni. La sua scomparsa prematura ha lasciato i fedeli – pur a conoscenza delle condizioni di salute critiche – nel lutto.

Erano passati già sette anni da quando il sacerdote era arrivato come guida spirituale nella chiesa dedicata alla Madonna della Fiducia. La sua attività non si limitava solo al sacerdozio nella piccola parrocchia. Era anche segretario della commissione diocesana per i beni culturali ecclesiastici e per l’edilizia di culto, incarico che lo vedeva impegnato dal 2013. Da quasi un anno e mezzo era diventato amministratore parrocchiale a Godo, nella parrocchia di Santo Stefano, e a Cortina, nella parrocchia di San Tommaso Apostolo.

Il religioso era inoltre membro del collegio dei consultori a Ravenna e faceva inoltre parte dei Consiglieri per le procedure della rimozione dei parroci.

Don Giovanni si è spento a Milano, nella sua città natale, circondato dall’affetto della sorella e dei suoi familiari. La diocesi lo ricorderà con una veglia, ancora da fissare. La camera ardente sarà allestita nel Seminario di piazza Duomo. Ancora da fissare anche i funerali che saranno celebrati dall’arcivescovo di Ravenna-Cervia Lorenzo Ghizzoni.

Nato a Milano nel 1967, don Giovanni aveva frequentato il seminario a Ravenna ed era stato ordinato sacerdote dall’allora arcivescovo monsignor Giuseppe Verucchi il 26 settembre 2009. La camera ardente sarà allestita nel seminario arcivescovile appena il feretro arriverà a Ravenna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui