A processo a Ravenna per dieci coppie che ballavano, assolto titolare del bagno

RAVENNA. C’erano i tavoli per la cena, la musica e anche i ballerini. Una decina le coppie che si stavano esibendo in una sorta di evento a tema afro-latino. Poche, ma sufficienti a fare interrompere le danze e a contestare al titolare dello stabilimento l’organizzazione abusiva di una festa danzante, per la quale sarebbe servito il permesso per il pubblico spettacolo. Era accaduto nell’estate del 2015 al Bagno Perla di Punta Marina, in anni in cui le ordinanze balneari lasciavano spazio alle interpretazioni; ma se già dalla stagione successiva le regole erano cambiate per mettere fine alle incomprensioni, per il gestore dell’attività i guai giudiziari erano andati avanti, facendo capolino nell’aula penale del tribunale di Ravenna. A tre anni e mezzo dai fatti è arrivata l’assoluzione per l’imprenditore, pronunciata dal giudice Roberta Bailetti, perché “il fatto non sussiste”.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui