Playlist con 900 mp3 “pirata” al mare a Ravenna, assolto dj del locale

RAVENNA. Alla consolle aveva due chiavette usb e 900 canzoni dalla provenienza dubbia, tanto da costargli il sequestro di tutti i presunti brani “piratati” e il rinvio a giudizio. La serata di lavoro come dj in un locale di Marina di Ravenna rischiava di costare caro a un 50enne di origini romane: per l’esattezza, una condanna a 5 mesi e una multa di 4.500 euro. Questa la pena chiesta dal vice procuratore onorario Annalisa Folli al termine della requisitoria, nel processo che vedeva l’imputato accusato di ricettazione e di violazione della legge sul diritto d’autore. Il giudice monocratico Roberta Bailetti lo ha invece assolto con formula piena.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui