Cmc Ravenna, firmato l’accordo per la cassa integrazione

RAVENNA. I lavoratori di Cmc possono, in parte, tirare un primo sospiro di sollievo. Se per avere un quadro definitivo di come la cooperativa ravennate intenda affrontare il proprio percorso di risanamento aziendale servirà ancora qualche mese, lo stesso non vale per i dipendenti, che proprio ieri mattina hanno avuto una risposta positiva dal Ministero dello sviluppo economico sulla cassa integrazione. Alla firma a Roma erano presenti tutte le sigle sindacali, i rappresentanti di Cmc e alcuni esponenti politici delle regioni in cui la cooperativa opera. Dall’altra parte del tavolo uno dei funzionari del ministero guidato dal vicepremier Luigi Di Maio. Alla fine della giornata di confronto, è stato finalmente siglato l’accordo per la cassa integrazione straordinaria, approvata visto lo stato di profonda crisi in cui versa l’azienda di via Trieste. Così come deciso al tavolo delle trattative, l’ammortizzatore entrerà in vigore a partire dal 18 febbraio e avrà una durata complessiva di 12 mesi. Tradotto: almeno per un anno intero i lavoratori della cooperativa saranno in parte al sicuro.

Tutti i dettagli nel Corriere Romagna in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui