Treni Bologna-Ravenna-Rimini, “da maggio stop ai problemi”

RAVENNA. Work in progress sulla tratta ferroviaria Bologna-Ravenna-Rimini dopo le difficoltà create dal nuovo orario, in particolare per le stazioni intermedie di Godo e Classe. Rispondendo questo pomeriggio in Consiglio comunale al question time “treni allo sbando da e per Ravenna” di Alvaro Ancisi, capogruppo di LpRa, l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fagnani, spiega che “alcuni peggioramenti per limitati gruppi di utenti su Classe e Godo sono temporanei. Da maggio, infatti, i nuovi treni consentiranno di valutare il ripristino delle fermate”.

Nel frattempo, precisa, sono comunque state messe in campo “misure correttive”, tra variazioni dell’orario e servizi bus. E altre sono in arrivo. Da lunedì scorso è partito un nuovo feriale per il rientro degli studenti a Ravenna da Lugo e una nuova corsa bus da Ravenna per Lugo con abbonamento ferroviario; dal 4 febbraio un nuovo bus per Alfonsine e dal 4 marzo un’altra fermata a Godo in serata. Effetto dei tavoli tecnici tra tutti i soggetti coinvolti. E si accelera inoltre il processo di integrazione tra ferro e gomma. “Altre soluzioni- conclude Fagnani- sono allo studio e con il nuovo orario estivo ci saranno nuovi treni veloci. Finora non sono pervenute richieste di risarcimento da parte degli abbonati”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui